Bene un par de ciufoli

manduca-parrella-basso-exroma-dianomarina

Nel 2006 (comandante dei vigili Daniela Bozzano) il cittadino Roberto Manduca chiede l’ampliamento del dehor del Bar Roma. Richiesta bocciata. Nello stesso anno Roberto Manduca viene eletto in consiglio comunale e nominato Assessore alla Polizia Municipale.

Tra il 2006 e il 2011 (nel mentre la carica di comandante dei Vigili passa dalla Daniela Bozzano a Francesco Parrella per le note vicende) il dehor si allarga di sua spontanea volontà (e senza le adeguate autorizzazioni).

INCISO: Fino al 2011 la giunta era quella di Angelo Basso con Robero Manduca Assessore, la Daniela Bozzano “defenestrata” (dal 2009) e Francesco Parrella giovane comandante. Dalla primavera del 2011 il sindaco diventa Giacomo Chiappori con Manduca in minoranza e la Bozzano riarruolata.

Nel 2011 (prima delle elezioni) il comandante Francesco Parrella si accorge del dehor abusivetto ma da parere positivo (parere in contrasto con quello del 2006, con normative identiche).

Nel Maggio del 2011 viene eletto Giacomo Chiappori, Roberto Manduca finisce in minoranza, Francesco Parrella finisce ad Alassio e la Daniela Bozzano viene reintegrata (e risarcita con 80.000 euro di soldi pubblici).
A questo punto scatta la controffensiva (2012) e il comune denuncia Robero Manduca, Francesco Parrella e Bruno Chieno (ai tempi sovraintendente capo) per omissioni, abuso e ingiusto profitto.

Questa mattina il sostituto procuratore della Repubblica di Imperia Lorenzo Fornace ha ufficialmente chiesto “l’assoluzione perché il fatto non sussiste“.
Poi non vengano a dirci che in questi anni è sempre andato tutto bene!

Leggi anche “Soldi, soldi, soldi” Leggi anche “Diano Marina e “Pulizia” Municipale”
Dopo aver letto questo post mi sento?
  • Entusiasta
  • Soddisfatto
  • Divertito
  • Indifferente
  • Deluso
  • Arrabbiato

Condividi questo articolo:


banner-pirl-harbor-diano-marina

Commenta l'articolo

  • WordPress
  • Facebook

9 commenti su “Bene un par de ciufoli

  1. Angelo

    Mi sembra chiaro il fatto che negli ultimi anni abbiano influito su Diano Marina più le guerre personali che validi progetti amministrativi, vicenda Manduca compresa. Il pantano odierno è la conseguenza logica di questi personalismi.

  2. dianese

    un otto volante in base alle cariche, i gradi e le posizioni che nel suo piccolo (stiamo parlando di un dehor che alla fine non sta neanche così male) dimostra quello che sospettavamo da anni.
    certo un altro sciagurato capitolo della storia politica dianese degli ultimi anni.

  3. u megu

    Quindi se ho capito bene quando c’era la Bozzano, che con Basso & C. non andava molto d’accordo, il progetto è stato bocciato. Poi la Bozzano ha perso i poteri, è arrivato Parrella e il progetto si è concretizzato.
    E’ tornata la Bozzano e via di denuncia. Giusto? Per fortuna io non litigo con nessuno!

  4. PIERPA

    Diciamo che in questi anni Diano è stata governata più dalle rappresaglia che dalla politica, cosa che per certi versi potrebbe risultare quasi un fattore positivo visti gli “statisti” che si sono succeduti nel tempo :)

  5. guido a.c.

    la ricerca del vero… imperia mistero .. dei misteriosi/ IMPERIA. LA MAGGIORANZA RESISTE IN CONSIGLIO COMUNALE. BOCCIATE LE MOZIONI CONTRO IL PIANO DELLA SOSTA…..
    post pubblicato in Diario, il 2 marzo 2016
    “ma sei forte … ma te sei gloria…. e la gloria vince sempre… ricordati che … il cielo e pieno di quela verità che dario cercava…. ma tu sei forte.. e la gloria è con te ” per te chau Dario

    il silenzio

    il silenzio del cielo rosso
    lo spazio dei uomini burattini del vento
    il ceffone nero sul pugno rosso
    risponde la pace dei cervelli insabbiosi
    amore di blogger di cervo
    la verita dei silenzi notturni
    onde pieni di ricordi tristi
    il silenzio dei servelli di satira

    daje dario cercare il vero no al ngradeta <3

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>