Primarie alla ligure

primarie-liguria-2015-paita-cofferati-tovo

La Politica duepuntozero è così, brucia tutto all’istante.
Il mese prima sei l’outsider, il mese dopo sei casta della casta della casta.
Due interviste al TG3 regionale, una comparsata a Primocanale, più qualche uscita fuori luogo e zac… eccoti catapultato nel limbo dei politicanti di lungo corso.

Ne sa qualcosa la candidata alle primarie del centrosinistra ligure Raffaella Paita, ex astro nascente della politica al basilico, oggi rovinosamente scivolata nel gorgo della “kastizzazione”. A velocizzarne l’invecchiamento politico ha di certo contribuito la delega alla Protezione Civile, funzione ricoperta nell’autunno più piovoso degli ultimi cento anni, e il pesantuccio titolo di clone di Claudione Burlando.

Controproducenti anche alcune adesioni di riciclo… vecchi politici come Sergio Scibilia e Giancarlo Manti, che per rinfrescare quella loro immagine ormai stantia, hanno deciso di appoggiare (senza se e senza ma) la candidatura della giovane Lella… invecchiandola di botto.

Dall’altra parte c’è un certo Sergio Cofferati, ex un po’ di tutto.
Ex segretario della CGIL ed ex sindaco di Bologna. Nel 2011 decide di non ricandidarsi nel comune Felsineo per stare più vicino alla famiglia. Qualche mese dopo si candida al Parlamento Europeo (non so cosa dica Google Maps ma Bologna mi pare più vicina di Bruxelles!?).
Comunque al Sel piace questo ritorno alla vecchia politica sussidiaria, quindi ha già detto che appoggerà il Coffe “perché lo ritiene l’unico candidato che credibilmente voglia ricostruire un centro sinistra classico“.

Cofferati è il sindacalista prestato alla politica, un po’ la fine che farà l’amico Maurizio Landini… il problema è che poi alla fine te li prestano ma non se li riprendono mai indietro.

Buone primarie a tutti.

PS: c’è anche Massimiliano Tovo, ex segretario dell’Udc genovese, che ha già messo le mani avanti dicendo che a lui picciono tutti… in perfetto stile scudo crociato.

Dopo aver letto questo post mi sento?
  • Entusiasta
  • Soddisfatto
  • Divertito
  • Indifferente
  • Deluso
  • Arrabbiato

Condividi questo articolo:


banner-pirl-harbor-diano-marina

Commenta l'articolo

  • WordPress
  • Facebook

2 commenti su “Primarie alla ligure

  1. lauretta

    4 buoni motivi per non votare Raffaella Paita:

    1 – il marito Luigi Merlo rappresenta a Genova una enorme forza economica e politica.
    2 – è praticamente la proiezione del governatore uscente Claudio Burlando.
    3 – è appoggiata apertamente da rappresentanti del centrodestra.
    4 – le lacune nel suo operato come assessore alla Protezione Civile durante le alluvioni.

  2. fabris

    Non credo alle teorie estremamente complottiste di Cofferati sui brogli ma è certa la forzatura della coalizione larghissima e eterogenea di Raffaella Paita che ha ravanato tra le le ambizioni e i desideri della parte più clientelare del partito democratico.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>