Siamo pieni di droga

siringa-servellu-droga

Siringhe piantate come freccette negli alberi o sotterrate a punta in su nella soffice sabbia, cucchiaini dimenticati tra le siepi, banconote fuori corso arrotolate e infarinate, mozziconi di sigari  d’erbetta giamaicana ancora fumanti… c’é un’escalation del consumo di droga in quel di Cervo Ligure?

No… ok, qualcuno pieno di droga ci sarà, anche nei cartoni animati l’uso di droga è stato ampiamente sdoganato (Pollon incita chiaramente al consumo di cocaina ed i Teletubbies sono il programma televisivo più seguito dai ragazzi inglesi strafatti di acidi), ma un vero problema droga (come quello a fine degli anni ottanta ha spazzato via quasi una generazione) non c’é.

Ma l’intestazione sensazionalistica, la descrizione ad hoc e l’immagine shock hanno fatto il loro sporco lavoro dimostrando il fatto che la nostra idea di informazione è ormai quasi esclusivamente limitata al titolo e all’excerpt (l’estratto dell’articolo). Il resto è un optional, è tempo rubato alla chat e allo spetteguless.

Anche Facebook lo ha capito e prova a correre ai ripari:

Facebook ha dichiarato guerra al click baiting (la pubblicazione di contenuti con titoli e strilli che ne esagerano il contenuto per invogliare gli utenti a cliccare sui link). Questo tipo di contenuti, in genere, diventano virali dal momento che attirano l’attenzione degli utenti. Ma spesso non offrono contenuti di qualità o che corrispondano al titolo.

Leggiamo frettolosamente il titolo, sbirciamo l’immagine inclusa, decifriamo l’annotazione del condivisore, scorriamo sufficienti qualche commento, clicchiamo distrattamente il link allegato (che subito richiudiamo) e pubblichiamo il nostro epico punto di vista (previo “mi piace”). Ma alla fine non c’abbiamo capito un cazzo.

Dobbiamo tornate a leggere tutto, facciamolo almeno per i nostri figli. Un giorno o l’altro ci chiederanno conto di quel “mi piace” sulla pagina “Curare il cancro con le Zigulì“… sarebbe brutto rispondere solo “Boh!”.

Dopo aver letto questo post mi sento?
  • Entusiasta
  • Soddisfatto
  • Divertito
  • Indifferente
  • Deluso
  • Arrabbiato

Condividi questo articolo:


banner-pirl-harbor-diano-marina

Commenta l'articolo

  • WordPress
  • Facebook

5 commenti su “Siamo pieni di droga

  1. Francesco Gatti

    alla fine sviluppiamo una conoscenza superficiale su tutto e questo non fa altro che alimentare la confusione. basti pensare alle innumerevoli teorie complottiste che basano la loro diffusione virale proprio sul pressapochismo col quale approfondiamo le fonti.

  2. dianese

    che delusione, io che mi aspettavo di trovare la nuova amsterdam! :)

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>