Il Buono, il Bullo, il Lascivo

il-buono-il-brutto-il-cattivo-servellu

Sono le tre tipologie di automobilista parcheggiatore.

Il Buono paga sempre, paga anche mezz’ora in più perché la sua coscienza è peggio di una suocera e non lo lascerebbe tranquillo un minuto. Il Bullo è quello che non paga mai e parcheggia ovunque, dal marciapiede al carico e scarico e si è fatto fare dall’amico grafico un finto pass disabili e un vistoso adesivo “I love Vigili Urbani”. Il Lascivo è quello distratto che cerca di rispettare le regole ma sovente dimentica di impostare la lancetta del disco orario.

Considerando che il Buono paga sempre ed il Bullo è talmente arrogante e sfacciato da intimorire nel profondo anche il più stoico dei vigili, il bersaglio più comodo diventa il Lascivo (anche io sono un parcheggiatore Lascivo, le cartelle esattoriali stanno lì a dimostrarlo). Il Lascivo è quello che tiene su la baracca e tutto l’indotto (agenzie di riscossione comprese), la vittima sacrificale che in un certo senso giustifica l’esistenza di un Corpo che altrimenti sarebbe sempre al mare a fare multe alle donne con le tette nude (donne con le tette nude ringraziateci!).

Prendiamo il caso di Cervo Ligure.

Il paese a strapiombo sul mare ha sempre avuto un Corpo di Polizia Municipale decisamente bipolare. Negli anni ottanta sparatorie ed inseguimenti, negli anni novanta “chiudo un occhio e mezzo”, nella prima decade degli anni duemila “tu fai minchiate ma anche io non scherzo quindi peace & love!”. [NB: si estremizza scherzosamente sulla base di alcuni episodi realmente accaduti (dicono), come in un qualsiasi sketch comico sui carabinieri]

Poi arrivano i parcheggi a pagamento. Prima a pagamento solo per i turisti, poi a pagamento per tutti. Nel mentre arriva anche un nuovo vigile, un ex funzionario integerrimo e pignolo che con la sua biciclettina sale e scende per le vie del borgo.

La vita dell’automobilista Lascivo non migliora (anzi). Il Buono ha fatto un mutuo in monetine per garantirsi anni di parcheggi sereni. E il Bullo? Tra i due claudicanti il Bullo gode.

Gode perché l’ex funzionario integerrimo e pignolo non è diventato vigile urbano altrettanto integerrimo e pignolo. O meglio, lo è diventato con i Buoni (che comunque sono sempre almeno un euro avanti agli altri) e i Lascivi ma non con i Bulli che continuano a fare il bello ed il cattivo tempo e a cavarsela con un semplice “Bù!”… e al “Bù!” del Bullo il Vigile “fu funzionario” scappa in spiaggia a chiedere le concessioni edilizie ai bambini che costruiscono castelli di sabbia.
Quindi iniziate a fare “Bù!” altrimenti sono cazzi.

Di seguito qualche esempio di bullismo impunito. (invia foto di Bulli a info@servellu.it)

Parcheggio a disco orario (4 ore). Addirittura con coperta, disco orario inesistente, multa pure.

Parcheggio a disco orario (4 ore). Addirittura con coperta, disco orario inesistente, multa pure.

Strisce inesistenti.

Strisce inesistenti (due giorni).

Piazza Castello.

Piazza Castello.

Dopo una curva. Sopra le strisce. Nei pressi di una fermata dell’autobus.

Dopo una curva. Sopra le strisce. Nei pressi di una fermata dell’autobus. In mezzo a due incroci. Accanto agli uffici della Polizia Municipale.

parcheggi-cervo-4.jpg

Su marciapiede (a sinistra) + sulle strisce (a destra).

Il solito Melonaro. Infrazione quotidiana (inclusi festivi). Lui è il più bullo di tutti (dicono).

Il solito Melonaro. Infrazione quotidiana (inclusi festivi). Lui è il più bullo di tutti (dicono).

La ressa. Melonaro + macchina che scende dal marciapiede + corriere + macchina in attesa in seconda fila.

La ressa. Melonaro + macchina che scende dal marciapiede + corriere + macchina in attesa in seconda fila.

Piazza Castello.

Piazza Castello.

Leggi anche “Il Clan dei Melonari”
Dopo aver letto questo post mi sento?
  • Entusiasta
  • Soddisfatto
  • Divertito
  • Indifferente
  • Deluso
  • Arrabbiato

Condividi questo articolo:


banner-pirl-harbor-diano-marina

Commenta l'articolo

  • WordPress
  • Facebook

10 commenti su “Il Buono, il Bullo, il Lascivo

  1. Filippo

    Questi sono i rischi che si corrono a distribuire i distintivi alla cieca, puoi trovare l’esaltato, l’inadatto, il compiacente. Rare volte trovi l’equilibrato. Non è questo il caso.

  2. L’altra Imperia

    se ti trovi una testa di carciofo nel letto sono i melonari!

  3. anonimoperforza

    ahh… i bei tempi degli inseguimenti in auto del vigile estivo, con relativo sfascio di macchina, o delle multe fatte alle auto parcheggiate nella propria proprietà….
    Cervo allora si che era un posto divertente….

  4. liguriano

    Ai vigili, come a qualunque altro dipendente comunale, non si può più dire niente altrimenti arriva subito il sindacato di categoria a fare fuoco e fiamme. Ad imperia si erano chiesti turni serali estivi pagati come straordinari ma i vigili hanno detto no. Prima bisognerebbe riportarli tutti coi piedi per terra, in fondo sono nostri dipendenti anche loro.

  5. gianluca

    Però è bravissimo a fare le multe a quelli senza biglietto sugli autobus :) :) :)

  6. pincopallo

    Con vecchi e bambini l’ex funzionario è implacabile, facendogli rispettare, con sprezzo del pericolo, ogni legge e regolamento. Da qualcuno bisogna iniziare….

  7. faidate

    quello dei melonari è un caso singolare, non sono mai riuscito a spiegarmi il perché di tanta impunità. pensiamo solo all’inquinamento sonoro, e tu che fuori da certi orari non puoi manco piantare un chiodino!

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>