Scrocconi

FRANCESCO-BELLAVISTA-CALTAGIRONE

A Torino continua il processo per truffa aggravata ai danni dello Stato relativo al porto turistico di Imperia. Tra i testimoni illustri convocati in aula lunedì 4 novembre il presidente della Provincia di Imperia ed ex Sindaco Luigi Sappa e Rodolfo Leone, ex vicesindaco e assessore al Bilancio.

Proprio dalla deposizione di Leone arriva la prima vera novità: Bellavista Caltagirone è uno scroccone di serie a, un braccino corto da competizione, uno di quelli che al momento di pagare il conto ricevono la telefonata della vita e si eclissano. Di seguito una parte della deposizione di Rodolfo Leone (la testimonianza completa su ImperiaPost.it):

copertina_scaricalo_qui-nologoQuando il Comune ricevette una proposta di aumento di capitale con limitazione di diritto di opzione a mio modo di vedere era di competenza del consiglio comunale. I dirigenti comunali istruirono la pratica e poi la giunta prese atto e la cosa passo in consiglio. La proposta era che il Comune scendesse dal 48% al 33% e subentrasse nella compagine sociale la società Acquamare. […] Il comune passando dal 48 al 33% non ricavò nulla e aumento la propria quota di partecipazione alla società nel senso che il patrimonio aumentava. Per me all’epoca era Acquamarcia e non Acquamare poi scoprii che così non era. […]

Incontrai Caltagirone quando ci fu una riunione convocata dai soci di maggioranza e quindi da Imperia Sviluppo e all’epoca il presidente era il dott. Carli in cui invitarono gli assessori comunali di riferimento tra cui c’ero anch’io e il sindaco. […] Con Scajola sul piano privato e personale siamo in amicizia da moltissimi anni. Sul piano politico lui era ed è leader di una formazione politica locale con la quale tutti quanti hanno avuto a che fare in quel periodo e riconoscevano la sua leadership come succede tutt’ora. […] Posso affermare che dare ad Imperia un porto turistico era dal punto di vista politico ma anche pratico economico e tecnico era il nostro sogno. […]

Presidente: “Lei ha parlato di una permuta eccellente ma poi si è occupato di cosa andasse a finire nel 30 e nel 70%”? Leone: Parlando con Domenico Gandolfo, ex direttore generale della Porto di Imperia uscì il discorso della permuta. Gli dissi io: stiamo attenti nell’individuazione della permuta perché l’aspetto più controverso di quando facciamo le permute è che dobbiamo stare molto attenti che poi le parti non litighino perché è spesso causa di contenzioso. Gli dissi: “ state attenti che non vadano a finire gli appartamenti tutti ad Acquamarcia e i moli tutti al comune. Il dott. Gandolfo mi espresse le sue preoccupazioni. […] Presidente: “Su che punti mentiva Caltagirone?” Leone: Caltagirone mentiva sul pagamento ai fornitori. I fornitori non sono solo i Sal, sono anche i piccoli fornitori le piccole cose. Se il ristoratore mi diceva che non paga i conti, non pagava nessuno. […]

Dopo aver letto questo post mi sento?
  • Entusiasta
  • Soddisfatto
  • Divertito
  • Indifferente
  • Deluso
  • Arrabbiato

Condividi questo articolo:


banner-pirl-harbor-diano-marina

Commenta l'articolo

  • WordPress
  • Facebook

Un commento su “Scrocconi

  1. Giulio

    ne hanno mangiata parecchia di roba, in tutti i sensi. ora c’è chi scommette su cosa vedremo prima, porto o ferrovia. quasi come la storia dell’uovo e della gallina.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>