Angelo Dulbecco for Nobel

angelo-francesco-dulbecco-nobel-imperia

Anche ad imperia abbiamo un Dulbecco che meriterebbe un Nobel.

Il nostro Dulbecco si chiama Angelo Francesco, è ancora giovane ma promette bene. Angelo è un talento precoce, già nel lontano 2006, esponendo la bandiera della Repubblica Sociale Italiana da una finestra del liceo scientifico Vieusseux, attira l’attenzione dei talent scout imperiesi. Nell’occasione dichiarò: “Mi dispiace aver coinvolto la scuola, anche se non mi farete cambiare idea. Resto della mia opinione“.

angelo-francesco-dulbecco-pdl-imperiaNel frattempo entra nel Popolo delle Libertà, si presenta alle elezioni e sbarca in consiglio comunale. Con un elegante trasformismo, dote che appartiene solo ai grandi artisti, inizia a frequentare con costanza le celebrazioni del 25 Aprile (liberazione dal regime nazi-fascista).

La sua ascesa è ormai inarrestabile. Sempre nel 2012, nonostante il commissariamento del comune di Imperia e la caduta del consiglio comunale, Angelo Francesco continua per settimane a parcheggiare la sua sobria mini rosso ferrari nella zona riservata ai consiglieri/assessori in carica.

Il 2013 è l’anno della consacrazione.

A maggio, in piena campagna elettorale, si reca in questura e denuncia una presunta aggressione da parte dell’ex sindaco Paolo Strescino. In sua difesa arriva nientepopodimenoche Claudione Scajola che assicura alla stampa “Il giovane Dulbecco è stato malmenato da Strescino, gli ha tirato due pugni in faccia e l’ha steso per terra. Me l’ha detto il Colonnello dei Carabinieri“. “Segnalazione del colonnello” che qualche giorno fa l’ex ministro Scajola si è affrettato a smentire durante un interrogatorio in procura (“Mai detto di essere stato informato dal colonello dei carabinieri”).

Ad ottobre, in occasione del funerale dell’ex ufficiale delle Ss Erich Priebke, Angelo Francesco torna per qualche ora camerata e scrive sul suo profilo Facebook: “A Priebke neanche un loculo. Peccato non sia stato utilizzato lo stesso rigore verso i boia delle Foibe”.

Qualche giorno fa il capolavoro.

Commentando la situazione societaria dell’Ac Milan, Dulbecco scrive sempre sul suo profilo Facebook (che a questo punto dovrebbe diventare patrimonio dell’umanità): “Forse nessuno ha mai spiegato a BARBARA BERLUSCONI che scopare con i calciatori NON ti rende automaticamente un’esperta di pallone..!”, e poi aggiunge “Prima che Silvio Berlusconi legga la mia bacheca di Facebook… Silvio, niente di personale, lo sai che ti voglio bene… ma mica tutte le ciambelle riescono col buco… guarda Alfano!!! Viva Silvio di Milano“.

Una genialità dirompente, un’eccellenza italiana da valorizzare, un Nobel sacrosanto.

Dopo aver letto questo post mi sento?
  • Entusiasta
  • Soddisfatto
  • Divertito
  • Indifferente
  • Deluso
  • Arrabbiato

Condividi questo articolo:


banner-pirl-harbor-diano-marina

Commenta l'articolo

  • WordPress
  • Facebook

3 commenti su “Angelo Dulbecco for Nobel

  1. disillusa77

    l’erede designato di una certa “classe” politica superficiale ed arrogante. viste le premesse non mi stupirei di una sua riconferma come delfino di qualche barone del centrodestra imperiese. evidentemente ci meritiamo gente come il sig. dulbecco.

  2. Giulio C.

    se lo merita davvero questo riconoscimento e si merita anche un aiuto da tutti noi imperiesi. Forza Angelo!

    Giulio

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>