In carrozza!!!

in-carrozza

La solita mattina. Fredda. La solita strada, i soliti alberi, la solita insegna “FS Stazione di Cervo“. Il solito atrio. La solita macchina: fuori uso!!!!!!!! La solita obliteratrice: fuori servizio!!!!!!! I geroglifici moderni: Torino in fiamme. Katia ti amo TVTTTTTTB.

Il solito sottopassaggio: un pellegrinaggio!!!! L’altra obliteratrice ormai appesa con il fil di ferro. Non c’è più il canneto. Drin, drin, drin. Una voce assonnata: “treno in ritardo di 20 minuti“. Un’imprecazione, i soliti pensieri, le solite minacce, il solito lassismo e la rassegnazione.

Dietro il mare schiuma di rabbia. Le facce tirate, raggrinzite. 1, 2, 5, 10, 26 minuti. Drin, drin, drin – Spostarsi, la linea gialla. I freni ricordano le unghie sulla lavagna. – Il biglietto? – – Una convalida. Salga che arrivo.- E dove? Non c’è posto -. Un muro di sguardi e schiene. Un gomitolo di zaini e giacconi. – Mi licenzio!!!!! Torno a fare il DJ in lista di collocamento -. Almeno oggi.

Chissà magari domani vado in macchina. Preferisco pagare Shell e Exon Mobil. Trenitalia: per entrare nel futuro. E’ più facile che un cammello entri nella cruna di un ago, che uno spillo sul regionale Ventimiglia-Genova Brignole N°11363. Un augurio di felice anno a tutti i pendolari liguri.

Dopo aver letto questo post mi sento?
  • Entusiasta
  • Soddisfatto
  • Divertito
  • Indifferente
  • Deluso
  • Arrabbiato

Condividi questo articolo:


banner-pirl-harbor-diano-marina

Commenta l'articolo

  • WordPress
  • Facebook

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>