Verde Speranza

verde-speranza

L’Italia è un paese di vecchi!

La Liguria è una regione di vecchi! Quella di Imperia è una provincia di vecchi! Secondo le statistiche un italiano su due è vecchio! Almeno uno dei Gazosa è vecchio ma non lo dice! La vera minaccia in Italia non sono le cavallette bensì i vecchi! Non tutti i vecchi… buona parte! Italo Mariacci, antropologo fiorentino di fama mondiale, nel suo libro “Non generalizziamo” scrive “Vecchio sta a saggio come piccolo sta a genio” ovvero “La saggezza non è direttamente proporzionale all’età, se lo fosse non avremmo mai crisi di governo!”.

Ed è per questo che Urge un Ricambio Generazionale. In primis a livello politico, soprattutto quando, a conclusione della conferenza “Verde Speranza – Giornata di studio dedicata al futuro parco urbano interportuale” organizzata dall’Unione scopri che il concetto di eco-sostenibilità della sinistra locale è fermo al “piantare un albero con sotto una zolla”! Un convegno, a detta di Pasquale Indulgenza del PRC, impreziosito dalla presenza di “tecnici e amministratori di grande esperienza e prestigio”. Ma a questi luminari qualcuno ha spiegato che l’eco-sostenibilità non è solo verde, che l’eco-sostenibilità è anche risparmio energetico e riduzione delle emissioni nocive, che eco-sostenibile è una struttura  costruita per mitigare gli impatti ambientali e ridurre i consumi. A Melburne la nuova sede del municipio rappresenta un perfetto modello di eco-sostenibilità. Una edificio che è in grado di ridurre del 60% le emissioni nocive, dell’85% il consumo elettrico e del 93% quello di gas.

Non potrebbe esserlo anche il nuovo Porto di Imperia? “Non comprendere l’importanza del verde pubblico è segno di arretratezza” sottolinea Gabriella Badano. La sgangherata battaglia dell’eco-sinistra imperiese è ancor più anacronistica. Perché non aggiornare gli archivi ed ampliare il raggio d’azione? Perché non spiegare che l’edilizia è uno dei fronti più importanti su cui lavorare per convertire l’attuale sistema di produzione energivoro verso uno sostenibile e rinnovabile? Perché non spiegare che consumare meno è possibile e soprattutto necessario? Perché non dire che anche l’uso più razionale delle risorse energetiche è ecologia? Perché limitarsi? Perché? Forse gli esperti non erano poi così esperti? O forse gli ecologisti non sono poi così ecologisti… o almeno, non più! Oh Gabriella, così mi deludi! E pensare che con Internet…

Dopo aver letto questo post mi sento?
  • Entusiasta
  • Soddisfatto
  • Divertito
  • Indifferente
  • Deluso
  • Arrabbiato

Condividi questo articolo:


banner-pirl-harbor-diano-marina

Commenta l'articolo

  • WordPress
  • Facebook

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>