Il mostro dei Corallini

mostro-chiesa-corallini-cervo

Nel corso dei lavori di restauro della Chiesa dei Corallini di Cervo sono stati rinvenuti i resti di cinque persone, religiosi o devoti vissuti nel ‘700, fra cui certamente un prete.

Omicidio?

Il GIP Gianfranco De Pretis è al lavoro. Sul posto anche gli uomini del Ris di Parma intenti a rintracciare eventuali indizi lasciati dal presunto assassino e ad offrire ai visitatori prosciutto crudo e Parmigiano. Il parroco Don Massabò è stupito “Sentivo puzza, credevo fossero i gatti, il paese pullula, poi senta…a furia di credere uno alla fine non ci fa più caso” . La perpetua, fino ad ora l’unica indiziata, si difende “Ho sessantadue anni, nel ‘700 non ero ancora nata” ma il GIP salendo frettolosamente sulla sua jeep si dice fiducioso “Si sta muovendo qualcosa…tutta colpa del caffé”.

Intanto l’Assessore al Turismo Raimondo gongola “Se finisce come a Cogne siamo a cavallo!”. Di pochi minuti fa la notizia, ancora ufficiosa per la verità, che vorrebbe l’avvocato Taormina pronto a difendere la perpetua, a patto comunque che il caso finisca almeno sul TG 3 Regionale. Per tutta la giornata sono proseguiti gli interrogatori, chi sarà il “Mostro dei Corallini”?

Ai poster l’ardua sentenza!

Dopo aver letto questo post mi sento?
  • Entusiasta
  • Soddisfatto
  • Divertito
  • Indifferente
  • Deluso
  • Arrabbiato

Condividi questo articolo:


banner-pirl-harbor-diano-marina

Commenta l'articolo

  • WordPress
  • Facebook

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>